L’U.I.B.M. non segnala al titolare del marchio eventuali segni identici o simili depositati successivamente da terzi, a differenza dell’E.U.I.P.O. Ufficio marchio europeo.

L’E.U.I.P.O. infatti notifica al titolare del marchio europeo il deposito successivo da parte di terzi di marchi europei identici o simili.

Pertanto è onere del titolare del marchio attivare una sorveglianza che monitori e identifichi il deposito da parte di terzi di marchi identici o simili al proprio.