il timing nei brevetti

Il mondo dei brevetti richiede di seguire un timing ben preciso nel caso in cui si voglia estendere la tutela brevettuale oltre i confini nazionali o espandere all’estero.

Infatti a differenza dei marchi, le tutele brevettuali sono caratterizzate da scadenze inderogabili sia per quanto riguarda il mantenimento del titolo solitamente annuale, pena la decadenza delle stesso che per altri adempimenti, tra cui l’estensione all’estero.

Purtroppo le tempistiche delle tutele brevettuali spesse volte non si adeguano a quelle del marketing.

Tempo fa una azienda aveva deciso di brevettare un nuovo prodotto innovativo ed era partita dalla tutela brevettuale in ITALIA.

La normativa richiede che entro un anno dal deposito del brevetto italiano, si decida di fatto la strategia di protezione del prodotto a livello mondiale.

La azienda italiana aveva deciso di estendere pertanto la protezione in EUROPA, certa del fatto che non altri mercati sarebbero stati di interesse per la commercializzazione del prodotto innovativo.

Quando si decide di estendere il brevetto italiano, occorre sempre avere una visione più ampia, per evitare poi di lasciare esclusi dei territori che magari potrebbe essere di interessi negli anni successivi.

Infatti purtroppo l’azienda ci contattò circa 2 anni dopo la scadenza per l’estensione della tutela all’estero, dicendo che si era aperto il mercato statunitense e pertanto volevano estendere la protezione in USA, nonostante che a suo tempo fosse stata ben chiarita la questione delle scadenze inderogabili in caso di estensione del brevetto.

Purtroppo la necessità tardiva di estendere il brevetto, oltre i termini previsti, non ben ponderata al tempo opportuno, ha fatto sì che non fosse più possibile espandere la tutela nel territorio di interesse.

Clizia Cacciamani

Data

08/04/2022

Categoria

history
Foto ultime news
0000-00-00

Approvato il Disegno di Legge sul “Made in Italy”. Queste le novitàLeggi tutto

Il 27 dicembre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il cosiddetto “DDL Made in Italy”, volto alla valorizzazione,Leggi tutto

Foto ultime news
0000-00-00

Registrare un pattern come marchio: la storia del fallimento di Prada

La nota casa di moda Prada S.A. aveva presentato nell’aprile del 2022 una richiesta di registrazione di marchio (domanda EU 18 683 223) pressoLeggi tutto

Foto ultime news
0000-00-00

New York City Ballet Inc. contro l’Ufficio dell'Unione Europea per laLeggi tutto

Il New York City Ballet (NYCB) non è solo un nome, ma un pilastro di eccellenza nell'arte della danza con radici storiche sin dal 1948 ed èLeggi tutto